Salvatore Coddetta agosto 8, 2019 Nessun commento

 

Quali sono i ferri del mestiere degli agenti immobiliari?

Certamente qualcosa è cambiato rispetto anche a solo 10 anni fa.

Perché è cambiato il mercato, ma sono cambiati anche gli utenti/compratori/venditori.

In questo scenario “dinamico” occorre fare una cernita dei mezzi a disposizione degli operatori immobiliari. Degli strumenti necessari e in uso e di quelli che servirebbero.

Partiamo dalle basi.

La cravatta.

Elemento imprescindibile fino a qualche tempo fa, simbolo di un formalismo che occorre abbandonare.

Slacciamoci il nodo, scendiamo dal piedistallo. Parliamo alla gente.

E poi l’ufficio. Si, l’ufficio. Quello resta, è un punto-contatto importante, meglio se situato in zona di forte passaggio pedonale. Ma non basta. Perché la Rete ha imposto un approccio diverso, si chiama “always on”: è come se la nostra attività fosse aperta 7 giorni su 7, 24 ore su 24.

Siamo in grado di ricevere manifestazioni di interesse anche quando l’ufficio “fisico” è chiuso.

Siamo in grado di promuovere i nostri immobili a qualsiasi ora del giorno e della notte.

Occorre quindi dedicare un’attenzione particolare alla nostra presenza online.

Il sito.

Certo: anch’esso fondamentale. Ma bisogna costruirlo bene, con un senso. E una strategia.

Non basta infatti pubblicare le nostre belle liste di immobili in vendita. Così spostiamo troppo l’attenzione sul prodotto.

Occorre investire anche “a monte”, nel posizionamento della nostra attività immobiliare. Inculcare nella mente (e nel cuore) dei nostri potenziali clienti che sappiamo come fare. Che siamo capaci e siamo migliori degli altri. I servizi: dobbiamo puntare sulla consulenza prima che sull’attività pura di “mediazione”. Ci sono tantissimi (troppi) mediatori, pochi consulenti in grado di accompagnare il cliente dalla dimostrazione di interesse per una casa al suo ingresso all’interno dell’abitazione stessa.

I portali. Ce ne sono diversi. Quelli più performanti però sono pochi.

Nei portali ci vanno le case, e anche le speranze e i sogni di milioni di clienti.

I portali sono fatti da uomini, molti dicono e propongono le stesse cose e sono divenuti uno la fotocopia dell’altro.

Quindi bisogna scegliete accuratamente i propri strumenti anche in questo ambito.

E una volta per tutte scrivere nero su bianco una strategia. Dandosi obiettivi perseguibili e “coerenti”. Stanziando un budget. Consultando professionisti.

Benvenuti nel Terzo Millennio!

StumbleUponEmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *