Il coaching aziendale
Salvatore Coddetta luglio 3, 2017 Nessun commento

Il coaching aziendale

Si definisce coaching il processo attraverso il quale si aiutano individui e gruppi di persone a raggiungere il massimo livello delle proprie capacità di performance. Il coaching quindi si focalizza sulla prestazione e non sull’obiettivo.

Il termine coaching deriva da coach (allenatore/guida) e viene utilizzato per indicare una modalità di rapporto one-to-one di tipo partecipativo, non autoritario, ispirata allo sviluppo di responsabilizzazione, competenze crescenti, allenamento quotidiano delle capacità secondo programmi concordati e condivisi.

Come si svolge il coaching aziendale

Il coaching si svolge attraverso un percorso di incontri in cui il manager si mette a disposizione del collaboratore per condurlo a valutare e incrementare l’efficacia della propria azione professionale. L’obiettivo è di migliorare la performance individuale, attraverso il confronto con modelli di riferimento e pratiche eccellenti, per potenziare e sviluppare le proprie competenze, impostando concreti piani di azione e di sviluppo e sperimentandoli nella realtà. Destinatari di queste sessioni di coaching sono sia i collaboratori che necessitano di un supporto, magari in un momento delicato della loro carriera, sia i collaboratori che sono già bravi per aiutarli a conseguire risultati ancora più straordinari.

Il coaching comprende una serie di attività da svolgere con i propri collaboratori per aiutarli a risolvere i loro problemi o a migliorare le prestazioni sul campo. Queste attività sono fondamentali per il successo dell’agenzia immobiliare stessa, e per migliorare le prestazioni da parte dei collaboratori.

Prestazioni superiori possono essere ottenute solo attraverso l’impegno, e il coaching è uno dei mezzi principali attraverso il quale i manager delle agenzie immobiliari possono accrescere l’impegno da parte dei loro collaboratori.

Ma come si progetta un percorso di coaching?

A partire da un’attenta analisi delle criticità avvertite nella situazione lavorativa del collaboratore, in termini di performance attesa da parte del collaboratore, si prefigura un percorso e la sua durata. A questo proposito si stipula con il collaboratore una sorta di patto rispetto ai tempi, alle modalità, alle regole cui attenersi reciprocamente nello svolgimento dell’attività di coaching.

Il percorso consente di iniziare a modificare la situazione, accompagnando il collaboratore attraverso varie prove ed esecuzioni, registrando progressi e difficoltà.

Il business coaching è passato da essere una moda a essere fondamentale per le agenzie immobiliari. I titolari delle agenzie immobiliari sono giunti a capire quanto prezioso possa essere, e stanno aggiungendo “la capacità di allenare e sviluppare gli altri” alla sempre crescente lista di competenze di cui hanno bisogno i loro responsabili di agenzia che gestiscono il personale. Questo significa più crescita e maggior sviluppo dei dipendenti, condotta più efficiente e comportamenti più efficaci. Ma in realtà, pochi manager sanno come fare il lavoro di coaching.

In conclusione per poter diventare un manager di successo, anche nelle agenzie immobiliari, è necessario saper essere un buon allenatore per i propri collaboratori. Pensi di esserlo?

 

Informazioni sull’autore

Salvatore Coddetta è ritenuto uno dei migliori formatori e coach per agenti immobiliari in Italia. Autore di alcuni tra i più importanti libri di marketing e management immobiliare. Cotitolare di agenzie immobiliari di successo.

StumbleUponEmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *