Team building: attività di team building per agenti immobiliari
Salvatore Coddetta dicembre 20, 2018 Nessun commento

Team building: Quanti corsi hai fatto di team building dove hai sentito le stesse vecchie cose?

Incontri noiosi in cui non vedevi l’ora di andartene. La maggior parte delle riunioni sono mal gestite e non produttive.

Faccio il formatore, il coach, il mentor, il consulente aziendale e il facilitatore da oltre venti anni. Nelle centinaia di corsi e seminari in cui ho insegnato, ho imparato una grande verità: la gente apprende di più dal vostro meeting… se si diverte!

Utilizzando alcuni esercizi di team building e di rottura del ghiaccio potrete far diventare il vostro prossimo corso di team building un evento dinamico e divertente.

E’ opportuno considerare alcuni elementi di base prima di scegliere un esercizio di team building o di rottura del ghiaccio da utilizzare in una riunione.

Padronanza

In primo luogo, gli esercizi di rottura del ghiaccio tendono a funzionare al meglio quando i partecipanti hanno assunto la padronanza dell’attività scelta dal facilitatore. 

A questo proposito è necessario chiarire cinque elementi chiave:

In primo luogo, gli esercizi di rottura del ghiaccio tendono a funzionare al meglio quando ai partecipanti sono stati forniti i seguenti cinque elementi chiave:

  1. Gli è stata spiegata l’attività
  2. Gli sono stati forniti gli obiettivi dell’attività
  3. E’ stata delineata la struttura dell’attività
  4. Viene lasciato spazio alle domande
  5. Ai partecipanti viene dato il permesso di eseguire l’attività nel modo a loro più confortevole

Quest’ultimo elemento è cruciale e in molti casi trascurato. Fate una annuncio all’inizio di un esercizio per assicurare i partecipanti e fargli capire che non sono “obbligati” a partecipare alle attività di squadra.

A coloro che scelgono di non partecipare potete chiedere di fare gli “osservatori” e vedere se si sentono a loro agio, offrendogli la possibilità di esporre le loro osservazioni nel debriefing che verrà fatto alla fine dell’attività. Dategli qualcosa di costruttivo da fare durante l’esercizio. Quando la gente è libera di scegliere, di solito è più portata a partecipare.

Impostare il Clima

Gli esercizi di rottura del ghiaccio servono per impostare il clima necessario alla riuscita dell’evento di team building. Avendo ben chiaro in testa questo concetto, ha senso scegliere un esercizio di rottura del ghiaccio che è allineato con il clima della riunione. Un esercizio sbagliato potrebbe inviare un messaggio sbagliato. Il messaggio non intenzionale potrebbe indirizzare la riunione in una direzione diversa da quella che si voleva prendere. Pertanto, ha senso spendere tutto il tempo necessario per scegliere il proprio esercizio di rottura del ghiaccio.

Obiettivi di apprendimento

Alcuni formatori e facilitatori preferiscono usare un esercizio di rottura del ghiaccio o di team building durante un corso di formazione per far concentrare i partecipanti sugli obiettivi di apprendimento relativi alla riunione, il programma di formazione o l’obiettivo del gruppo. Altri preferiscono usare un esercizio solo per rompere il ghiaccio. Tuttavia, ogni esercizio è dinamico e ha conseguenze sia intenzionali che involontarie. Considerate questo prima dell’evento in modo da poter massimizzare i risultati che volete ottenere dall’evento stesso.

Sicurezza

La prima regola è non correre rischi che potrebbero causare danni fisici ai partecipanti.

Una delle mie attività preferite di team building è chiamata la “I terroristi e il popcorn tossico.” Si tratta di un’attività di squadra facile, sia per adulti che per ragazzi. L’obiettivo è quello di decontaminare un barattolo di popcorn “tossico” che è stato segretamente messo in una stanza e la tua squadra deve rapidamente creare un un piano d’azione per trovare il barattolo e trasferirlo in un luogo “sicuro” prima che i terroristi lo facciano esplodere a distanza. Questo è un grande gioco per identificare in un team chi sono i leader, gli esecutori e i pensatori del gruppo. Dimostra anche l’importanza di avere un buon piano.

Esempi di esercizi di Team Building e di rottura del ghiaccio

Una grande giornata per i cappelli!

Date ad ogni partecipante un pezzo di feltro (o di altro materiale) a forma di ciambella di circa 18 cm di diametro. Dite ai partecipanti di formare un cappello con il materiale ricevuto. I partecipanti devono avere tempo a sufficienza per creare il loro cappello. Alla fine dell’esercizio permettete ad ogni persona di spiegare il cappello che ha creato. Si possono anche formare delle squadre e scatenare un’ amichevole competizione tra i gruppi su chi riesce a fare il cappello più creativo.

Lettere e Nomi

Date ad ogni persona un momento per pensare a un aggettivo che cominci con la stessa lettera iniziale del suo nome (ad esempio “Grande Giovanni”). Iniziano a lavorare da soli. Poi vanno in giro in gruppo chiedendo ad ogni persona di esprimere il proprio nome e aggettivo. Durante i vari punti dell’ esercizio, o alla fine, chiedete ai partecipanti di ricordare e ripetere i nomi e gli aggettivi delle altre persone. Premiate coloro che riescono a ricordare più nomi e aggettivi.

Strappare la carta

Questo esercizio dura circa 5 minuti.

Date a tutti un foglio di carta. Dite ai partecipanti quanto segue: “Stiamo per fare qualcosa che ci mostrerà alcune cose importanti sulla comunicazione. Prendete il vostro foglio di carta e tenetelo di fronte a voi. Chiudete gli occhi e seguite le mie indicazioni, non spiate e non fate domande”.

Poi dite loro quanto segue. “Piegate il foglio di carta a metà. Ora strappatelo in alto a destra. Piegatelo di nuovo a metà e strappate l’angolo superiore sinistro del foglio.

Piegatelo di nuovo a metà. Ora strappare il foglio in basso a destra”.

Ora, dite qualcosa del tipo: “Ora aprite gli occhi, e vediamo quello che avete nelle vostre mani. Se ho fatto un buon lavoro di comunicazione e voi avete fatto un buon lavoro nel seguire le mie indicazioni, tutti i fogli dovrebbe essere identici!”

Tenete il  vostro foglio in modo che tutti lo possano vedere. È altamente improbabile che i fogli dei partecipanti corrispondano esattamente al vostro.

Chiedete al gruppo “perchè” nessuno pezzo di carta è uguale al vostro. Probabilmente otterrete risposte del tipo: “Tu non ci permettevi di fare domande!” O “le tue indicazioni potevano essere interpretate in modi diversi.” Allora, conduceteli in una discussione circa la necessità di una comunicazione efficace.

Se ti è piaciuto questo articolo forse può piacerti anche Agenzie Immobiliari che Funzionano

Se vuoi avere già informazioni sull’autore di questo articolo vai al blog di Salvatore Coddetta

StumbleUponEmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *